News

10
Lug

TRATTAMENTO DELLE COMPLICANZE IN CHIRURGIA SENOLOGICA RICOSTRUTTIVA

Si è svolto lo scorso 6 luglio il congresso annuale organizzato da Acoi Veneto, dal Dr Stefano Duodeci (Responsabile U.O.S di Senologia P.O. Cittadella) sul trattamento delle complicanze derivanti dalla chirurgia ricostruttiva senologica. L’evento tenutosi nell’elegante e sofisticata cornice dell’Hotel Filanda di Cittadella ha riscosso grande successo tra medici del Triveneto e non solo. Illustri chirurghi plastici e senologici hanno presentato relazioni e casi clinici esponendo in modo esaustivo tutti i tipi di complicanze derivanti da interventi di ricostruzione mammaria. Sul tavoli dei relatori si sono confrontati il Prof. Franco Bassetto (Direttore della Clinica di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva dell’A.O. di Padova), il Dr Giorgio Berna (Responsabile dell’U.O.C. di Chirurgia Plastica degli Ospedali di Treviso ed Oderzo), la Dr.ssa Evelina Caprarella (operativa presso la Clinica San Francesco di Verona e l’Ospedale Fondazione Poliambulanza di Brescia), la Dr.ssa Carla Cedolini (Dirigente presso A.O.U. di Udine), la Dr.ssa Eleonora De Antoni (Operativa presso l’A.O. di Padova), il Dr Stefano Duodeci, il Dr Graziano Meneghini (Direttore U.O.C. Breast Unit Aulss 8 Berica), il Dr Christian Rizzetto (Dirigente Medico presso U.O.C. Senologica Aulss 2 Marca Trevigiana), il Dr Leonardo Sartore (Direttore U.O.C. Chirurgia Plastica Ospedale Sant’Anna, Como), il Dr Paolo Sorrentino (Direttore U.O.C. Chirurgia P.P.O.O. San Donà di Piave – Jesolo) e il Dr Vincenzo Vindigni (Dirigente dell’U.O.C. di Chirurgia Plastica presso l’Ospedale di Padova).
Come evidenziato dal primo intervento a cura del Prof. Franco Bassetto ogni tipo di operazione ricostruttiva presenta complicanze diverse provenienti dalle differenti tecniche utilizzate, dai tempi dell’intervento e dall’eventuale trattamento con radioterapia. La scelta della paziente risulta fondamentale quando si decide di effettuare un’operazione di ricostruzione mammaria, la presenza di fattori di commorbilità quali fumo, obesità, diabete, allergie, malattie circolatorie e del derma possono aumentare il rischio di sviluppare complicanze post-operatorie.
Ciò che viene riscontrato più comunemente è infezione del sito chirurgico, contrattura capsulare, dislocazione e necrosi dei lembi cutanei. Naturalmente bisogna evidenziare che la chirurgia ricostruttiva presenta più complicanze di quella puramente estetica. Dai dati trattati nelle diverse relazioni risulta evidente che le pazienti che subiscono un fallimento dell’impianto dovuto alle diverse complicanze non vorrebbero essere successivamente sottoposte ad altri interventi ricostruttivi.
Eventi come questo di Cittadella sono fondamentali per creare un punto d’incontro tra i professionisti del settore e potersi confrontare sui problemi che emergono dagli interventi di chirurgia ricostruttiva al fine di poter ridurre al minimo le complicanze. Possiamo concludere affermando che con questo Congresso Acoi Veneto ha messo a segno un altro colpo, grazie anche alla sinergia creatasi con Organizing Srl.

Copyright by Ufficio Stampa Organizing S.r.l.